"I libri pesano tanto, eppure chi se ne ciba e se li mette in corpo, vive tra le nuvole" Luigi Pirandello in "Il fu Mattia Pascal"

venerdì 9 gennaio 2015

Massimo Gramellini, Chiara Gamberale, "Avrò cura di te"

  Ti sei mai chiesta perché in ogni epoca il sesso sia stato osteggiato e ridicolizzato?
Intanto perché è un gioco e gli adulti provano vergogna ad abbandonarvisi completamente. E poi perché è un gioco sacro e le istituzioni hanno sempre avuto paura di tutto ciò che può mettere gli individui in rapporto con il potere della creazione.
  È per questi motivi che il sesso si è trasformato in tabù. Del sesso si può rider, ma non parlare. Un silenzio allusivo che alimenta il disagio e induce le coppie a tacersi le proprie fantasie erotiche per andare a realizzarle altrove, magari a pagamento.
  Diffida di chi ti dice che il rapporto sessuale abbassa la spiritualità del sentimento a bisogno fisiologico. L'anima dell'uomo risiede dentro un corpo e non può fare nulla se non attraverso un corpo. L'ho compreso durante la mia ultima esperienza terrena, quando nel fondermi con la donna che amavo ho sperimentato l'ebbrezza dell'eternità.
  Ti sei mai sentita estromessa completamente dal tuo ego e proiettata in un'altra dimensione, dove si prova piacere nel dare piacere anziché nel riceverlo?
È in quel momento che il gioco diventa sacro e si fa veramente l'amore: lo si crea, estraendolo dalle proprie viscere, per trasformarlo in un dono.[...] Se ho capito qualcosa dell'amore è che si tratta di un'energia...che non può prescindere dal contatto fisico. I corpi non sono un intralcio, ma il veicolo per arrivare all'essenza: al mistero supremo.



Nessun commento:

Posta un commento